Cenni storici

Una storia di antiche origini che continua…

L'attività vinicola della Morando è di antiche origini, riconducibili alla fine dell'ottocento. Dopo più di un secolo di lavoro, oggi la Casa Vinicola Morando - CA.VI.M. - riveste un ruolo primario nel mercato del vino. Le scelte effettuate da un'attenta gestione hanno permesso di trasformare l'attività produttiva da artigianale a tecnologicamente all'avanguardia, pur sempre con un occhio di riguardo alla tradizione. La storia e le persone legate a questa azienda hanno però origini molto remote legate sia al piccolo comune di Calosso sia al comune di Costigliole d’Asti. Nel 1642 Calosso venne distrutta in parte ma fortunatamente con la Pace dei Pirenei nel 1659 perse la sua importanza strategica e il suo castello imponente fortezza cinquecentesca diventò residenza di campagna della famiglia Roero.  

In questo triste periodo bellico Calosso salì in auge per un'altra importante peculiarità: la produzione del vino Moscato. Come ne attestano numerosi documenti di quell'epoca questo prezioso nettare andò addirittura ad arricchire la mensa della regina Madama Cristina, moglie di Carlo Emanuele I e molte altre nobili tavole torinesi. Nel 2010 l’azienda vinicola Morando ha acquistato la proprietà immobiliare e il marchio dell’Antica Cantina di Calosso che con il 2011 porterà ad antichi e nuovi splendori.